Libro La mia non è poesia

Pagina sul sito dell’editore: Aljon Editrice

Pagina Facebook: La mia non è poesia

l’anima è nuda
ruota in un’orbita
di plasma e cartilagini
ad ogni sorso d’acqua
a me sembra più viva

IL LIBRO

In questa ultima silloge di Floriana Porta emerge evidente lo spirito della poetessa e la forza espressiva dei versi, generati da una profonda tensione ed inquietudine. Un libro caratterizzato da componimenti per la maggior parte brevi e densi di emozioni.

PicsArt_05-19-01.19.53

PREFAZIONE 

Cosa unisce i versi gli uni agli altri? Come può ogni poesia rappresentare un percorso parallelo e incrociato dritto al cuore del lettore? Questa prefazione non darà tutte le risposte ma cercherà di costruire una mappa plausibile e ideale entro il quale collocarsi. Entriamo nel vivo del libro. Le poesie di Floriana Porta incarnano i percorsi interiori che ognuno di noi vive nel suo io più profondo, dove la natura, il surreale e il sogno coesistono in maniera sorprendente. Una poesia sempre molto riflessiva, silenziosa nell’osservare il mondo e farlo proprio. Ma soprattutto una poesia dallo stile ermetico, che fa a meno della punteggiatura, e lontana dalla retorica e dal sentimentalismo.
In questi versi densi e a lungo meditati emergono le tematiche cardine della poetessa: il tempo e il silenzio, la terra e l’acqua, la pelle e la carne; la carne e il pensiero impastati nella stessa sostanza, amalgamati in una prospettiva metafisica e misteriosa.
Negli haiku la poetessa concentra nella brevità di diciassette sillabe mondi sconosciuti e inesplorati, dove l’io lirico vaga dal presente al passato in una dimensione intimista e profonda. Osservazione e contemplazione, purezza e bellezza, brevità ed intensità: è proprio qui, in questi fugaci istanti poetici che – tacitamente – nascono i suoi vibranti haiku.
Concludendo questa ultima silloge mette nuovamente in luce la grandezza espressiva e la forza dell’immaginazione della poetessa Floriana Porta, che si distingue per la sua coerenza tematica e profonda ricercatezza, offrendo un incantato ritratto della poesia.