Dove si posa il bianco

.

IL LIBRO

Scrivendo trasformo il visibile in invisibile, al di là delle immagini e del reale, allontanandomi da qualsiasi luogo e senso”.

Questa è la dimensione surreale e metafisica del “fare poesia” di Floriana Porta. Dentro l’involucro dei suoi versi  alonati di bianco e silenzio troviamo luoghi paesaggi di mondi senza tempo, densi spazi cosmici e impenetrabili microcosmi. Immagini e visioni di una poesia contemplativa, dell’interiorità, d’impronta ermetica nella quale si coglie la ricerca dell’essenzialità. Una realtà stremata dalla propria ricerca interiore, quasi sospesa in un’emozione, che respira gli incanti e i misteri che si nascondono nella poesia.

.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO

.

ALCUNE POESIE TRATTE DAL LIBRO

________

RECENSIONI E NOTE CRITICHE

Nota critica di Eugenio Nastasi

Nota critica di Sandro Angelucci

Recensione di Lucio Zinna

Recensione a cura di Flavia Balsamo

Nota critica di Antonio Spagnuolo

Recensione sul sito 900letterario.it

Recensione sul sito I giorni e le notti